logo

BONIFICA AMIANTO-ETERNIT

In passato, la notevole resistenza dell’amianto-eternit, ha portato ad un uso dello stesso in molteplici applicazioni e realizzazioni: copertura, serbatoi, canne fumarie, tubazioni, controsoffitti, pavimentazioni, caldaie, ecc.
Oggi, pertanto, è considerevole la presenza negli ambienti in cui viviamo sia a livello privato che lavorativo ed è altrettanto conclamata la pericolosità dell’amianto per la salute dell’uomo (83/477/CEE – 87/217/CEE – 2003/18/CEE), in quanto le sue microfibre provocano malattie croniche e tumori alle vie respiratorie.
Quanto più alta è la friabilità dell’amianto tanto più alto è il rischio per la salute dell’uomo. 
Le direttive europee in materia, prevedono interventi che annullino la pericolosità di questo minerale. Infatti il trattamento dell’amianto (eternit-asbesto) è regolamentato da appositi decreti ministeriali che prescrivono che solo ditte altamente specializzate possono intervenire in questo processo di trattamento.
Le ditte devono essere registrate presso le ASL territoriali ed iscritte nell’apposito Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Le fasi del processo che porta allo smaltimento dell’amianto sono le seguenti:


a) Sopralluogo dei nostri tecnici

  • Valutazione dell’ambiente da bonificare e dell’usura dei materiali d’amianto;
  • Rilevamento della concentrazione di fibre nell’aria con appositi strumenti di misurazione;
  • Rilievi fotografici delle strutture da bonificare;
  • Prelievo di campioni ed analisi presso laboratori accreditati, al fine di valutare ed attestare il grado di compattezza e le caratteristiche chimico-fisiche del materiale;
  • Compilazione di una scheda riepilogativa per meglio valutare le condizioni e la pericolosità dei manufatti.

b) Svolgimento pratiche legislative

  • Preparazione e presentazione del Piano di Lavoro all’ASL territorialmente competente;
  • Tenuta dei rapporti con l’ASL per eventuali richieste di integrazioni o chiarimenti.

c) Intervento sul cantiere

  • Preparazione dell’area di cantiere;
  • Incapsulamento, rimozione e stoccaggio dell’amianto;
  • Trasporto presso impianti autorizzati.

d) Chiusura lavori

  • Invio al Cliente della 4a copia del formulario, copia del Piano di Lavoro e certificato delle analisi eseguite dal Laboratorio.
  • I principali interventi di rimozione di amianto compatto:
  • Coperture civili ed industriali in cemento-amianto (eternit);
  • Manufatti quali vasi di espansione degli impianti di riscaldamento, colonne di scarico o di esalazione, comignoli e canne fumarie, serbatoi, ecc;
  • Pavimenti in vinil-amianto (linoleum);
  • Bonifica di siti e discariche abusive contaminate da spezzoni e frammenti di materiali contenti amianto;
  • Bonifiche in seguito a cedimenti strutturali, con spezzoni e frammenti di manufatti contenenti amianto misti a detriti di altra natura;
  • Bonifiche in seguito a incendi o calamità naturali.

In caso di rimozione di copertura Ecò è in grado di realizzare nuove coperture chiavi in mano.